L'arrotino: dai tempi antichi a quelli moderni

  • Autore: vigano marco
  • 08 mag, 2017
uomo affila coltello
Quando sentiamo la parola “arrotino” spesso ci viene in mente una figura quasi folkloristica e romanticamente italiana; quella di un uomo che va girando in bicicletta, carico di tutta una serie di arnesi e chincaglierie, oppure, in tempi più recenti, la colleghiamo alla voce di un megafono proveniente da un'auto che passa sotto casa. Ma questa antichissima professione artigianale, celebrata sin dal 1° secolo Avanti Cristo , è ben lontana dall’essere scomparsa, e ha subito un’evoluzione che l’ha portata ad essere, oggi, una figura specializzata nella ferramenta e soprattutto con ottime conoscenze di metallurgia.

L'arrotino di una volta

Senza addentrarci troppo a fondo nelle radici primordiali di quest'antica mansione, passiamo direttamente ad analizzare il suo ruolo nella società italiana degli ultimi due secoli. 

Se la prima immagine che ci viene in mente è quella di un uomo in bicicletta o con un piccolo carretto è perché, una volta, l’arrotino svolgeva il proprio lavoro in tal maniera. Anticamente il carretto era non solo il mezzo per spostarsi, ma diventava un vero e proprio “laboratorio”: il carretto era dotato di una grossa ruota in legno rivestita da un cerchione di ferro; giunto nella piazza o nel luogo di lavoro, quella stessa ruota diventava, una volta ribaltata, l’arnese utile per affilare le lame, a cui si imprimeva la rotazione attraverso dei pedali. Ma l’arrotino non era solo questo, e nelle mansioni di questo mestiere artigianale rientrava tutta un’ampia gamma di servizi.

Immancabile era la mola, strumento necessario per l’affilamento di coltelli e altre lame; ma accanto a questo servizio l’arrotino svolgeva anche prestazioni di riparazioni. Infatti, spesso si sente parlare di “arrotino e ombrellaio”: una delle mansioni era infatti quella di riparare gli ombrelli, in un’epoca in cui era più economico ripararli che sostituirli.

In tempi più moderni l’arrotino ha abbandonato il carretto e ha cominciato a spostarsi in bici, utilizzando mole più piccole e facilmente trasportabili, ed ha allargato i propri servizi a piccole riparazioni degli impianti a gas delle case.

L'arrotino oggi

Oggi la figura dell’arrotino è molto cambiata: la professione è diventata genericamente più stabile e sedentaria, lavorando nei principali negozi di ferramenta invece di portarsi dietro gli attrezzi del mestiere nelle piazze dei paesi. Questo perché il suo lavoro, pur rimanendo di stampo artigianale, ha subito una maggiore specializzazione e perché i metodi di affilatura sono diventati più tecnologici e precisi.

Oggi, infatti, è possibile sfruttare attrezzature avanzate che, pur basandosi sull’antico sistema che prevede l’uso di una doppia mola ad acqua, permettono una maggiore precisione. Per esempio, le macchine affilatrici della ditta tedesca Dick hanno implementato su questo funzionamento sistemi di finitura del filo di taglio, con la possibilità di impostare un angolo di taglio personalizzato. Questo permette di ricreare una lama che sia perfettamente rispondente alle specifiche necessità o desideri del cliente.
In conclusione, questa antica e prestigiosa figura artigianale popolare oggi si è evoluta in una figura altamente specializzata. I migliori ferramenta rispettano questa rinomata tradizione, portandola alla sua versione 2.0 e abbinando tecniche millenarie a tecnologie e macchinari contemporanei.
Autore: vigano marco 13 lug, 2017

Verniciare o dipingere le proprie pareti senza rinunciare al rispetto per l’ambiente e alla propria salute oggi si può, grazie a una numerosa gamma di prodotti eco friendly, che possiedono le medesime caratteristiche di resa e brillantezza dei loro omologhi di sintesi.

Ma vediamo nel concreto come scegliere soluzioni ecologiche per la tinteggiatura, e quali prodotti esistono in commercio a tale scopo.
Autore: vigano marco 08 mag, 2017
Quando sentiamo la parola “arrotino” spesso ci viene in mente una figura quasi folkloristica e romanticamente italiana; quella di un uomo che va girando in bicicletta, carico di tutta una serie di arnesi e chincaglierie, oppure, in tempi più recenti, la colleghiamo alla voce di un megafono proveniente da un'auto che passa sotto casa. Ma questa antichissima professione artigianale, celebrata sin dal 1° secolo Avanti Cristo , è ben lontana dall’essere scomparsa, e ha subito un’evoluzione che l’ha portata ad essere, oggi, una figura specializzata nella ferramenta e soprattutto con ottime conoscenze di metallurgia.
Autore: vigano marco 14 apr, 2017

Purtroppo succede più spesso di quanto vorremmo: smarrire le chiavi di casa o dell’auto accade in un attimo e ce ne accorgiamo solo dopo, spesso dopo troppo tempo. Ma invece di andare nel panico, è meglio attivarsi per duplicarle tempestivamente!

Autore: vigano marco 29 mar, 2017
Se stai per partire per una meritata vacanza che ti terrà lontano da casa per un po’, è fondamentale mettere in sicurezza la tua abitazione, così che tu possa davvero goderti le vacanze senza pensieri e, soprattutto, senza brutte sorprese al tuo ritorno a causa di malintenzionati.

Pensi che siano procedure invasive? Puoi fare un sospiro di sollievo: è possibile infatti aumentare di tanto la sicurezza della tua casa con pochi interventi mirati. Scopriamoli insieme.
Share by: